Tillandsia

Il crepuscolo stamani è durato un batter di ciglia. Con gli occhi incollati al vetro della finestra, lei seguiva il cielo schiarire, col blu che si faceva intenso, e di più. Ma s’era allontanata giusto il momento di prendere qualcosa da mettersi addosso che tutto s’era fatto d’improvviso chiaro. Quando è tornata, a guardare fuori, dalla cucina d’un appartamento per lei insignificante su un terzo piano di condominio in una cittadina che non le piace, con vista diretta sul pisciatoio dei cani del quartiere, era già finito tutto. Tuttavia, Continua a leggere

Pubblicato in: DIARIO | Commenti disabilitati su Tillandsia

Il copione

Era tutto verde l’arrampicarsi del glicine su per la grondaia fino al secondo piano, non c’erano altri colori. Era verde anche l’allungarsi dello sguardo verso la siepe d’alloro, e lo era il ritmo nelle cime d’un pugno di giovani conifere nel giardino di là della strada. Più oltre, per quanto un giallo vivace qua e là s’infiltrasse, sfoggiavano vasti il loro bel verde i campi di soia – lì, gli occhi arrivavano per perdersi. Sullo specchio brillante del fosso anche, c’era il verde. Verde era la nuvola dei rovi, con le loro spine fittissime e intuizioni di frutti ancora non pronti. Lo stesso colore, però molto chiaro, Continua a leggere