Passeggiata

La luna se ne stava fuori da un po’, bella larga e metallica a scrivere l’irrinunciabile preludio a un’uscita del tutto prevedibile – oggi m’è mancata testa ogni momento, lì dentro. Così eccoci: fuori. Incrociamo qualche ranocchio che se la canta da sotto le siepi mentre sembra che tutti i grilli del pianeta si siano radunati qui per l’unisono che ci farà scoppiare. Ma le poche auto che sfrecciano rompono tutti i piani, già solo spostando l’aria. Poi arriva una musica da lontano, un ritmo, l’idea di una voce… chissà dov’è (vorrei essere lì da te). Continua a leggere “Passeggiata”